INZUBANI

L’affascinante e appassionante mondo delle piante grasse

Alla scoperta delle piante grasse

Caratteristiche 

Le succulente, meglio conosciute come piante grasse, costituiscono tra i vegetali un mondo a parte. Sono piante con parenchimi acquiferi, ovvero dei particolari tessuti in grado di accumulare acqua. Per la necessità di accumulare acqua, i tessuti hanno sviluppato un espetto carnoso, ingrossato e spesso geometrico. Grazie a questo, si sono adattate a vivere in condizioni estreme, colonizzando ambienti aridi, come le numerose regioni semidesertiche dei Tropici oppure le nicchie ecologiche aride che si localizzano un pochino ovunque( ad esempio nelle pietraie isolate degli Appennini vivono Sedun e Sempervirum). Le succulente non crescono invece nei vasti deserti sabbiosi come il Sahara dove, oltre a piovere molto raramente, il continuo movimento delle dune impedisce l’attecchimento dei vegetali perenni. Questa molteplicità di vegetali comprende almeno una cinquantina di famiglie che raggruppano 10.000 specie 

Le piante grasse da Zubani 

Come accennato, il mondo delle piante succulente è molto vasto. Ne riportiamo alcune tra le più note. Queste e molte altre sono tutte disponibili da Zubani!

Cactacee 

La famiglia più importante e più conosciuta è quella delle Cactaceae, che comprende migliaia di specie, generalmente dotate di un fusto succulento che può essere sferico, cilindrico, con coste e rilievi, semplice o ramificato. L’Echinocactus Grusonii (Grusone), disponibile in molte misure, fa parte di questa famiglia. Dalla forma tondeggiante, ha una superficie ricoperta da resistenti aculei; è una specie molto resistente. Anche il famoso Fico d’India (Opuntia ficus indica), fa parte delle Cactaceae, pianta di origine messicana che da molto tempo viene coltivata soprattutto nel sud dell’Italia.

Agavaceae 

Appartengono a questa grande famiglia le Agavi. Sono originarie delle zone calde e desertiche del continente americano (in Messico utilizzano alcune specie in campo tessile per la produzione del sisal e in campo alimentare per la tequila). Sono piante perenni con fusto breve e una rosa di foglie grosse e carnose con spina legnosa all’apice.

Crassulaceae 

Il genere Crassula appartiene a questa famiglia; sono piante che tollerano molto bene le basse temperature: importante è sempre mantenerle ben asciutte. Troviamo tra le Crassulaceae anche i generi Sedum e Sempervirum, molto diffusi in Europa. Non possiamo dimenticarci delle Kalanchoe (originarie del Madagascar), con le loro particolari foglie, simili alle orecchie di elefanti! 

Dulcis in fundo l’Aloe: una tra le piante grasse più famose, le cui proprietà sono straordinarie. Appartiene alla famiglia delle Asphodelaceae. Dedicheremo ampio spazio a questa pianta! Intanto non esitate a contattarci per qualsiasi informazione!

La coltivazione

Pur essendo vegetali che sono stati in grado di adattarsi alla vita in condizione ambientali estreme, per una crescita ottimale richiedono comunque il rispetto di alcune semplici regole. Anche se sono originarie di zone desertiche con una elevata luminosità, in coltivazione, una volta ben esposte al sole, si adattano alle nostre condizioni luminose in cui si trovano a crescere. Attenzione particolare va posta però se l’ambiente che abbiamo a disposizione per mettere le nostre piante è esposto a nord. Questo limita fortemente la scelta alle succulente che hanno capacità di sopperire alla mancanza di luce solare diretta. Per quanto riguarda le annaffiature, l’acqua deve essere distribuita in modo da imbibire bene il substrato colturale, con una frequenza abbastanza dilazionata da consentire al terriccio di asciugarsi; bisogna quindi annaffiare abbondantemente ma di rado, piuttosto che poco e frequentemente. Fondamentale è l’utilizzo di terriccio specifico, con componenti in grado di favorire il drenaggio: sabbia silicea e pomice.